Pagine

domenica 31 luglio 2011

Le briciole della domenica






E' la stagione delle pesche: gialle polpose, bianche sugose e saporite,  noci croccanti...ma quanto sono buone!
Quando ero piccola mia madre come merenda me le sbucciava, tagliava a fette e cospargeva con una spolveratina di zucchero semolato...se chiudo gli occhi mi sembra di avere il piattino in mano...
Alla maggioranza capita di averle in casa di questi tempi e spesso qualcuna sfugge e matura un po' troppo velocemente; un modo squisito per utilizzarle senza pentirsene a prova di bomba è preparando questo profumatissimo crumble dal sapore esotico...

CRUMBLE di PESCHE GIALLE al PEPE di PENJIA:

Occorrono:
1,5 kg di pesche gialle (circa 8-9 di numero)
n° 3 cucchiai di zucchero di canna aromatizzato con pepe di Penjia 
per il crumble:
150 gr di farina '00'
120 gr di zucchero semolato
90   gr di burro freddo
2 o 3 gocce di essenza di fiori d' arancio

Accendiamo il forno temp 180° C - statico. 
Procedere innazitutto pelando e tagliando a fette corpose le pesche;
Dopodichè si passa subito a preparare le 'briciole', impastando velocemente e con la punta delle dita farina zucchero e burro sui quali avremo aggiunto le gocce di essenza di fiori d'arancio (se è di nostro gradimento, in alternativa si può aggiugere una grattatina di buccia di limone).
Prendiamo le nostre pesche, le adagiamo uniformemente in una pirofila, le spolveriamo i superficie con i tre cucchiai di zucchero grezzo aromatizzato, e le ricopriamo con il composto di pasta sbriciolosa...Infornaimo in forno ormai caldo, e lo lasciamo dorare uniformemente, per circa 30 minuti.Sforniamo e lasciamo raffreddare un pò.
A me piace molto servirlo tiepido accompagnato da una pallina di gelato alla vaniglia...           
    Bon appetit!
                                                                   

NOTE:
-.- Personalmente lascio riposare le pesche in un colino mentre preparo l'impasto, in modo che l'eccesso di succo non  lo inumidisca poi  eccessivamente;
-.- Il fior d'arancio  ha un gusto deciso e non a tutti piace, ma  trovo che in questo impasto,viste la piccolissima dose, doni un delicatissimo profumo che si sposa armoniosamente  con il gusto asprino della pesca cotta;
-.-Il pepe di Penjia è originario del Camerun, molto pregiato quanto ad aroma e persistenza, basti pensare che viene decorticato ancora manualmente!La miscela dei tre tipi di bacca, nero bianco e verde ha un profumo davvero spettacolare, ed esalta perfettamente il sapore della frutta matura. Io ho trovato questo zucchero grezzo aromatizzato, pronto all'uso, ma ovvimente basterebbe prendere uno zucchero tipo Demerara e miscelarlo con un pochino di questa fantastica bacca in polvere e voilà, il gioco è fatto...   



un bacio, Marika




6 commenti:

  1. mi è gia venuta l'aquolina in bocca..besos

    RispondiElimina
  2. ciao marika. Io il crumble di pesche ce l'ho in programma per questo fine settimana. Ho già l'acquolina in bocca! Quanto è buono! E poi con il pepe mi stuzzica ancora di più. Bravissima e grazie per l'idea. Un bacione e ci ritroviamo tra un pò. Smack

    RispondiElimina
  3. Ciao Marika, sono Annalisa.....girovagando mi sono imbattuta nel tuo blog che mi piace tanto...A presto quindi.

    RispondiElimina
  4. Ciao sono Elena, ti faccio i complimenti per il tuo blog, è veramente bello e le tue ricette particolari. ti ho messo tra i miei lettori fissi, così seguirò tutto le altre squisitezze che posterai e se vorrai visitare il mio blog mi farà molto piacere

    RispondiElimina
  5. Bello il tuo blog...e pure il crumble di pesche!!!!!Che golaaa!!! Se ti va vieni a trovarmi, mi farà piacere!!! Baci,Anna.

    RispondiElimina

your kindly words: