Pagine

lunedì 12 settembre 2011

Schiacciata d'uva di 'Valdirose'



E' arrivato ormai ovunque il periodo della vendemmia,e andando e venendo a casa rimaniamo giornalmente 'piantati' dietro trattori dal rimorchio traboccante di grappoli dalle splendide sfumature,dal verde acido al purpureo...e così avendola quotidianamente sotto gli occhi, non poteva non ispirarmi la ricetta che ho trovato nell'ultimo numero di CASAVIVA di settembre. Sfogliando il bellissimo reportage dedicato al B&B Valdirose della nostra amica blogger Irene, ho letto con piacere la ricetta della schiacciata d'uva della sua mamma, e l'ho inserita all'istante nella mia to do list...

Occorrente:
1 cubetto di lievito di birra(o una bustina di secco)
600 gr di farina '0'
2 cucchiai d'olio EVO
50   gr di burro morbido
200 gr zucchero semolato (io ne ho messi150 gr)
un pizzico di sale
alcuni semi di anice pestati col mortaio
uva nera a piacere (io ne ho messa un pò anche di gialla)

Sciogliere il lievito in una tazza d'acqua tiepida con un cucch.no di zucchero,dopodichè impastare con la farina l'olio e il pizzico di sale fino ad ottonere una pasta liscia, e fate riposare fino al raddoppio;
Riprendere l'impasto e  dividerlo in due parti.
Ungere una teglia tonda diam 28-30cm e stendervi una parte di pasta.
Spargere abbondante uva omogeneamente su tutto l'impasto e cospargerla di 2/3 di zucchero(100 gr).
Ricoprire con l'altro disco di pasta e sigillare il bordo, poi inserire qualche chicco intero quà e là, spolverare di zucchero, versare un filo d'olio EVO,


e infornare in forno statico caldo 180°C per 30- 40 min .


Davvero ottima come merenda o 
per una prima colazione sprint!

Io l'ho 'testata' e riportata e non posso che ringraziare  la dolcissima Irene
ma vi straconsiglio di comprare il giornale ancora in edicola e gustarvi l'articolo e le foto stupende,magari mangiando una fetta di schiacciata!!


NOTE:
Io ho utilizzato dell'uva fragola per 80%, e un 20% d'uva bianca,e il risultato è stato comunque profumatissimo.
Per farla mangiare senza il 'piu piccolo problema' anche ai bimbi
(e mio marito :-P) ho tagliato a metà i chicchi e tolto i semini,ed è risultata una cremina deliziosa...quindi potete sostituire con uva senza semi.


Marika


10 commenti:

  1. CARISSIMA! ma che meraviglia, l'hai fatta molto bella, complimenti. Ti ringrazio tanto per tutto...come sempre sei dolcissima!
    ti auguro un buo inizio settimana!

    RispondiElimina
  2. è veramente bella quella schiacciata, non ho mai fatto dolci usando l'uva fresca, ma mi stai tentando moltissimo. un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Che acquolina... mi sembra di sentirne il sapore!
    Baci

    RispondiElimina
  4. Grazie per la deliziosa ricetta....mi procuro l'uva e poi provo!!!! Baci, Anna.

    RispondiElimina
  5. deve essere buonissima, non l'ho mai fatta, ma provvederò...

    RispondiElimina
  6. Vabbè... ma è bellissima! Proprio il mio genere (adoro la frutta inzuppata negli impasti e poi in forno, il profumo che si diffonde in cucina non posso paragonarlo con nessun altro al mondo ... mmm ... a parte forse coco chanel, ma queste sono fisse mie :)

    Complimenti, mi piace proprio tanto!
    Mari

    RispondiElimina
  7. ciao Marika!, ma sai che voglio fare la schiacciata all'uva da un sacco di tempo? Solo che non ho mai trovato una ricetta che mi ispirasse veramente. E se provassi questa? E' di una mamma giusto? Quindi dev'essere buonissima per forza. La copio subito, quest'anno non mancherò di provarla :D
    Grazie!!!!
    Tanti baci

    RispondiElimina
  8. Bella la ricetta e il look del blog
    ciao

    RispondiElimina
  9. Ma che bella ricetta che hai trovato!
    Sei davvero bravissima e hai un gusto eccellente.

    RispondiElimina
  10. Mi hai fatto venire voglia adesso che ho un pò di uva fragola ci provo..mannaggia però per i semini anche io non li sopporto.Besos

    RispondiElimina

your kindly words: