Pagine

martedì 4 ottobre 2011

L' escamotage travestito da Pissaladiere


 Diciamo che è una di quelle giornate frenetiche da non aver tempo per la spesa...pranzo frugale, rimediato col meglio del freezer....e la CENA???
Allora riaprite il frigo, e langue... un vasetto di olive taggiasche
(senza nulla togliere a quelle di Gaeta o simili), il classico vasetto di acciughe, due o tre cipolle bianche nel cassetto...e mò che famo?
Ecco quì allora una fantastica scappatoia (o diciamo un vero e proprio escamotage),appetitosa, da far venire l'acquolina in bocca...non una banale pizza di cipolla, per darle un tono francese chiamamola pure  pisaladiere:

occorrente:
per la pasta
400 gr di farina '0'
180 gr d'acqua tiepida
mezzo cubetto di lievito di birra (o mezza bustina di secco)
un cucch.no zucchero
due cucchiai d'olio EVO
due cucch.ni  di sale
per la copertura 
tre cipolle bianche di media o grande misura
due manciate di olive (piccole e saporite tipo taggiasche, gaeta o a scelta)
qualche filetto d'acciuga (tipo 6-7 a seconda dei gusti)
2 cucchiai di olio EVO
sale e pepe q.b.

Facciamo sciogliere il lievito in una tazza d'acqua tiepida insieme allo zucchero;
Prepariamo la pasta di base impastando in una ciotola capiente farina,olio,l'acqua col lievito, e alla fine il sale;impastiamo come per una normale pasta da pizza,formiamo una palla omogenea e riponiamo a lievitare al coperto,nel forno o nel microonde spento,fino al raddoppio del volume.

Nel frattempo prendiamo le cipolle le sbucciamo laviamo e affettiamo a fette sottili;
Versiamo l'olio  EVO in una padella antiaderente, lo facciamo scaldare appena e aggiungiamo le cipolle,saliamo e copriamo col coperchio,lasciando cuocere 5-6 min a fiamma vivace,sfumiamo con un bicchierino di vino bianco,e appena avranno preso un pochino di colore e saranno morbide spegniamo il fuoco.
Aggiungiamo le olive e mischiamo il tutto con dolcezza.

Scaldiamo il forno a 180-200°C ventilato.

Riprendiamo la pasta e stendiamola in una teglia da pizza,io uso una 30 x 30, e viene abbastanza sottile, 4-5 mm.
Stendiamoci sopra in modo uniforme le cipolle rosolate che ormai saranno tiepide, distribuiamo qualche filetto d'acciuga qua e la a piacere,e inforniamo immediatamente nel forno caldo finquando sarà dorata e croccante.

Ecco risolta la faccenda cena!


Vi posso assicurare al 100% che la cipolla diventa dolcissima,tanto da essere gustata con soddisfazione anche dai bambini!!!

ah dimenticavo... se storcete il naso all'idea della cipolla, scusatemi tanto  ma non è la vostra ricetta ideale...ma sarebbe un ottima occasione per provare...

  alla prossima,
MARIKA

16 commenti:

  1. sono sempre più convinta che le ricette nate per caso siano le migliori!complimenti per questa pisaladiere :)

    RispondiElimina
  2. Le vere cuoche cucinano con ciò che trovano e questa è la dimostrazione.Bravissima...

    RispondiElimina
  3. Giusto....la cipolla non mi fa impazzire , ma a mio marito sì....quindi non posso far altro che proporgliela una di queste sere....grazie
    P.s. prometto di assaggiarla

    RispondiElimina
  4. Io la adoro e ti dico che nonostante siano le 11 di mattina mi hai fatto venire un'acquolina in bocca pazzesca!! da provare!!!!

    RispondiElimina
  5. Slurp e doppio slurp, io adoro la cipolla, cotta meglio che cruda altrimenti la digerisco dopo una settimana.....

    Baci Ire

    RispondiElimina
  6. Mamma mia che belle ricettine ci regali sempre!!! Adoro la cipolla...solo un pò di imbarazzo quando si deve uscire..ma vale la pena mangiarla!!!!! Bacioni, Anna.

    RispondiElimina
  7. TESORAAAAAAA...

    Aggiungi un posto a tavola!!

    Okkkkkkkk?

    A breve arrivo! SLURP! NI ;o)

    RispondiElimina
  8. Io non amo la cipolla...ma sono convinta che questa sia un ricetta gustosa...
    Buon martedi
    Mari

    RispondiElimina
  9. E dici poco con una golosità simile,basta poco e una serata cambia.Sempre gustose ricette accompagnate da spiegazioni dettagliate.Un buon pomeriggio Imma...

    RispondiElimina
  10. Io quando non ho tempo ho come scappatoia....un panino! Tu invece hai creato una vera leccornia!
    Devo ripropormi di guardare i tuoi post dopo aver mangiato, sennò mi fai venire un appetito!!!
    ciao
    Franca

    RispondiElimina
  11. Una fettina sil vous plait?..si scrive così..oramai non ricordo più niente di francese!!

    Appunta il 20 novembre SI PARTEEE!!

    RispondiElimina
  12. mmmmmmmmm...che acquolina!!! Ne mangerei subito una bella fettona!! :)
    Grazia

    RispondiElimina
  13. Ci piace eccome:-))) Mi ricorda tremendamente una pizza che faceva mia nonna, che buona e senza esagerare terminava in poco tempo:-)) Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. Marika..... ho l'acquolina in bocca !!
    Che fame , dalla foto sembra gustosissima ...

    Buona idea ,

    un bacio
    http://memyselfandanautumnday.blogspot.com

    RispondiElimina
  15. ma è favolosa... ne èrimasta una fettona per me?

    RispondiElimina
  16. fantastica! amo le focacce.. la vorrei proprio provare, magari senza l'acciuga perché sono vegetariana, mapenso che giá la cipolla dia un bel pó di gusto!
    me la segno subitooooooo
    baciotto
    fede

    RispondiElimina

your kindly words: