Pagine

sabato 26 novembre 2011

Tarte normande aux pommes


Cercavo da giorni la ricetta giusta, o meglio che mi ispirasse di più...
l'occasione è il contest di Stefania 'Araba Felice', 
dedicato alle ricette della mitica Martha Stewart: Marthellati.
Infine ho avuto l'illuminazione: usare una ricetta che adoro
 di una sua precursrice (si dice così?????) americana,
 LEI.... l'unica e inimitabile Julia Child!
 E quindi Madame et Monsieur ecco a voi  la


  Tarte normande aux pommes
(tratta dal mitico Mastering the art of  french cooking)

Per le conversioni mi sono fatta guidare da un'amica di fiducia, Sigrid, anche lei ultramitica blogger de
 'il cavoletto di bruxelles'
perchè mi ricordavo di averla vista tempo addietro proprio sul suo blog:

per la pasta sablè:
225 gr di farina '00'
180 gr di burro freddissimo(io lo taglio a cubetti piccoli e lo metto nel congelatore)
  2   cucchiai di zucchero semolato
  4   cucchiai di acqua ghiacciata
una presa di sale 
per il ripieno:
500 gr di mele (intere ancora da pulire)
120 gr di zucchero
   1  uovo
1 cucchiaino di canella
150 gr di panna fresca
3 cucchiai di Calvados
30 gr di farina
zucchero a velo qb per spolverare

Impastare gli ingredienti in una ciotola con movimenti rapidi, pizzicandola, formando tante briciolone.
Formare una palla , avvolgerla nella pellicola trasparente per alimenti e
 metterla a riposare in frigo circa due ore
(quindi prepararla il giorno prima è perfetto!)

Accendete il forno a 180°C e nel frattempo prepararte il ripieno:
pulite e affettate le mele a fettine sottili, mettetele in una ciotola e copritele
 con 60 gr di zucchero miscelato al cucchiaio di cannella.
A parte sbattete lo zucchero rimasto (60 gr) con l'uovo, la farina,
 la panna e il Calvados.
Tenete un attimo da parte.

Riprendete l'impasto, stendetelo e ricoprite una teglia da crostate
 (io 26 cm diam)
 Appoggiatevi sopra un foglio di carta forno e  coprire tutta la superficie con fagioli secchi o gli appositi pesetti di marmo e
infilate in forno altri10 minuti.

Togliete dal forno levate la carta e i pesi e reinfornate 10 minuti.
Levate nuovamente, coprire con le mele, versateci sopra il composto liquido e rimettete in forno.

Gli ultimi 5-10 minuti di cottura aprite un attimo e spolverate con lo zucchero a velo,
richiudete  accendete il grill, finchè la superficie non sarà caramellata.


servite tiepida!


ecco la mia idea per MARTHellati
(per pies e torte)


come direbbe Julia: Bon appetit!


Marika

17 commenti:

  1. Una meraviglia, ma grazie!!! La voglio provare subito ;-)

    Ed in bocca al lupo :-)

    RispondiElimina
  2. Da provare!!
    Ho già l'acquolina in bocca!!
    Buon week end
    Ilaria

    RispondiElimina
  3. mi mancherebbe il,Calvados...
    ma la ricetta sembra deliziosa...
    buon weekend
    mari

    RispondiElimina
  4. Cara Marika, le tue ricette sono sempre deliziose!!
    Un abbraccio,
    Grazia

    RispondiElimina
  5. Grazieeee, è da fare assolutamente!!!!..che gola mi fa!!!! Un abbraccio, Anna.

    RispondiElimina
  6. Da provare!!! è da tempo che ho voglia di torta di mele!!! chi te lo ha detto??? grazie e bacioniii!!!!

    RispondiElimina
  7. Ciao Marikaaaaaa!!!
    Dieta pre-festiva....ma così non resisto....
    dai, tentatrice!!!!!


    Ti abbraccio!

    Mariuccia ^_^

    RispondiElimina
  8. quante deliziose ricette ci regali!!!!
    questa poi mi sembra davvero eccellente :)
    Buona domenica
    Giulia

    RispondiElimina
  9. Che bontà...ne mangerei volentieri una fettina!
    Grazie della visita.
    A presto Claudia

    RispondiElimina
  10. complimenti davvero golosa, prendo nota, buon adomenica maria

    RispondiElimina
  11. Marika, tu che sei tanto brava in cucina, non che per caso hai la ricetta del castagnaccio, quello pattone tipico della tradizione emiliana, non riesco a trovarlo!???

    RispondiElimina
  12. Hai il libro originale?!?!!? Muoio di invidia! Io ho l'edizione con copertina molliccia dei due volumi freschi di stampa... ma non è la stessa cosa!

    RispondiElimina
  13. Ciao cara!

    Una favola...potrebbe esserne protagonista.

    Io però non sarei MAI in grado di esserne l'artefice...i dolci quando mi fiutano si..."suicidano"! ;o(

    Buonissima domenica! Kissssssssss...NI

    RispondiElimina
  14. Grazie Marika, è un piacere (anche per la gola!) passare anche da te.
    Ma pensa: domenica scorsa ero anche io al VDR! Magari ci siamo viste ma non incontrate!
    Silvia

    RispondiElimina
  15. troppo bella questa ricetta! grazie, ne approfitto subito!
    bacione!

    RispondiElimina
  16. Ciao!
    Cavolo ma io sono negata in cucina..però mi viene l'acqualina! :-(

    Ti ho invitato a partecipare ad un gioco sul mio blog!
    Baci

    RispondiElimina
  17. ma se lo comprassi??? (anche con il mio inglesaccio!) ;)

    RispondiElimina

your kindly words: