Pagine

sabato 17 dicembre 2011

milky oolong


Ieri mattina la giornata è iniziata con una profumatissima sorpresa 
che ci ha dato il buongiorno,
in uno di quei piccoli riti quotidiani del risveglio;
Fautore di questo momento così gratificante e Lui un signore di tutto rispetto,
un tè nuovo e tanto atteso:
Il  Milky Oolong


é un tè semifermentato (oolong appunto) cinese lavorato nel Fujian e nel Guadong caratterizzato da un aroma intenso di crema di latte che persiste anche dopo ripetute infusioni!


 Questo gusto dolce ed intenso è dovuto sia alla particolare pianta da tè,
che per la specifica lavorazione delle foglie.
La bevanda è  color giallo dorato e il gusto cremoso ricorda il latte con note di vaniglia
e credetemi il profumo non delude il palato!

 L'entusiasmo è stato così immediato e piacevole
che abbiamo replicato anche il pomeriggio....


Penso (e credo di non esagerare) che per gli appassionati di the, sia da provare...
 Dato che per la maggioranza di noi sarà una settimana INTENSA,
buon lunedì!

Panfrutto al Vin Brulè


Pensate che il Vin Brulè sia in quella tazza rossa lì sulla destra?
Ma no!E' nel dolce...ed è l'ingrediente segreto!!!
Questo dolce sofficioso e profumatissimo ricorda molto
 il Pane da tè della Maher, o un Bischofs Brot 
ovvero un pane aromatizato con spezie e frutta secca che veniva servito alle feste da ballo nell'Europa settentrionale nel XIX secolo...
accompagnato appunto con caldo Vino Speziato.

Come vedrete il contenuto in grassi è irrisorio, sebbene la frutta secca determini  un 'discreto' potere calorico.
L'unità di misura è calcolata in tazze (cup), il che vi permetterà di aumentare la grandezza del vostro dolce semplicemente 
misurando gli ingredienti con una tazza sempre più grande! 
Panfrutto al Vin Brulè : 

2 tazze colme di mele renette
1 tazza di zucchero
2 tazze di farina '00'
2 cucchiaini di bicarbonato
2 noci di burro (circa 2 cucchiai da minestra)
1 uovo
1 tazza di uvetta sultanina
1 tazza di gherigli di noce 
1 tazza di Vin Brulè*
---
Tagliate le mele a fettine e mettele in una ciotola,
copritele con lo zucchero.
Lasciatele macerare finchè saranno coperte di succo ,
occorrono alcune ore 
(se vi è più como preparatele da sera e
 lasciatele coperte tutta la notte).
Mettete l'uvetta a macerare nel vino speziato tiepido
 almeno per un' ora, 
o finchè si sarà gonfiata e avrà assorbito buona parte del liquido.
Accendete il forno statico a 170°C.
In una ciotola sbattete le uova, aggiungetevi la farina setacciata con il bicarbonato, e dopo il burro,finchè il composto non è liscio.
Per rendere l'impasto più  fluido potete aggiungere il liquido delle mele.
Appena la pastella sarà liscia, unite le mele e il resto del loro succo,
l'uvetta  leggermente strizzata,
e infine le noci.
Mescolate il tutto con delicatezza ma non troppo a lungo,
e riempite lo stampo che preferite,
(io una forma di cartone tipo panettone da 26 cm).
Infornate e cuocete per circa 40 minuti.


Questo pane dolce profumatissimo è molto leggero e
 mantiene la sofficità e l'umidità per almeno 2 giorni,
quindi potete sfornarne tranquillamente a più riprese e 
regalarli anche a giorni di distanza.

*Per un ottimo Vin Brulè vi consiglio di utilizzare un vino Merlot , o un Barbera (volendo anche della Bonarda dei colli piacentini), 
e arricchirlo con un mix di spezie 
(che volendo si trova anche già pronto e calibrato) 
composto da: cannella spezzata, chiodi di garofano,baccelli di cardamomo e scorze di un'arancia e limone tagliate a pezzettini, 
metterlo su fuoco dolce per 45 minuti, 
in modo che l'alcool evapori del tutto.
Se pensate di berlo così in tazza, aggiungete 4-5 cucchiai di  zucchero per il contenuto di una bottiglia da 750ml (che bollendo si restringerà notevolmente)
e prolungate l'ebollizione per altri 10-15 minuti.


venerdì 16 dicembre 2011

mon premier giveaway's winner



True Random Number Generator  14Powered
Rullo di tamburi.......

the winner is:

Valentina Frucchi

(che contatterò immediatamente per la spedizione)

 Sono rimasta stupefatta per l'affetto e l'interesse che avete mostrato 
attraverso questo semplice giochino,
e quindi non posso che ringraziaziarvi tantissimo,
sia chi mi segue con costanza da più tempo,
che chi forse è capitato quì per questa occasione e
 forse rimarrà con noi!

Al prossimo giveaway allora....

Marika



mercoledì 14 dicembre 2011

Bensone tradizionale di Modena


Anche in periodi di attività intensa, non riesco a rinunciare ad una prima colazione coi fiocchi, una tazzona di caffè, o the verde, accompagnato da un dolce home made, semplice ma genuino...
al bando merendine e pasticci confezionati, 
che fortunatamente in casa nostra non apprezzano nemmeno gli under 8... 

Vi ricordate quei famosi 20 kg di mosto d'uva trasformati in Savor ad ottobre??
Ecco l'occasione per tirarne fuori un vasetto e
 preparare questo panettone semplice che ricorda un pò una ciambella,
ed è una specialità modenese chiamata Bensone

Bensone:

Occorrono:
400 gr di farina '00'
100 gr di fecola di patate (o Maizena va bene ugualmente)
una bustina di lievito vanigliato per dolci
un pizzico di sale 
100 gr di burro tenero
100 gr di zucchero semolato
3 uova intere
-
Per farcire
un vasetto di Savor (o marmellata a piacere ma possibilmente casalinga)
due cucchiai di cacao amaro
una manciata di pinoli
granella di zucchero per guarnire

In una ciotola setacciate la farina, la fecola, il sale e il lievito, e mescolate.
Sbattete insieme a mano o nella planetaria, il burro e lo zucchero a crema, dopodichè aggiungete un uovo per volta e mescolate bene.
Aggiungete il composto di farina  e impastate fino ad ottenere una pasta omogenea ,come consistenza tenera e soffice.
Stendete un foglio di cartaforno su una teglia e infarinatela generosamente,poi versatevi sopra l'impasto, spolveratelo con un velo di farina e stendetelo delicatamente, con l'aiuto del mattarello, fino a formare un rettangolo, con lo spessore alto 2 cm.
Stendevi il composto di farcitura(cioè tutti gli ingredienti che avrete mescolato in una ciotolina) e arrotolate aiutandovi con la cartaforno, cercando di lasciare la piega centrale. Spennellate con un goccio di latte o albume d'uovo, e spolverate con a granella di zucchero.
In forno ventilato preriscaldato a 170° C  per circa 30-40 minuti.



Il giorno dopo è ancora più buono, 
e si conserva in una scatola di latta 
o avvolto nell'alluminio anche 3-4 giorni.
E' l'ideale per l'inzuppo, magari per una bella merenda pomeridiana 
fra un gioco l'altro...

A presto...spero!
Marika


martedì 6 dicembre 2011

Mon premier Giveaway

1

176 giorni e 100 sostenitori, 100 persone
che mi hanno regalato una foto, parole gentili e
 un pò di fiducia, o che almeno credono che troveranno
qualcosa da leggere, tenendo d'occhio in queste pagine...

Devo ancora capire cosa si sia creato in realtà in questi 176 giorni.
E' ancora troppo presto per dirlo.
Ma questo blog, lo avrete capito, non ha una definizione specifica...
Sarei tanto curiosa di sapere come lo definireste voi,
che atmosfera respirate trovandovi quì...
...perchè per quanto mi riguarda questa è l'aria di casa mia,
le idee che girano dentro di lei e dentro di me...
tutto quì!

Vorrei premiarvi uno per uno, come segno di gratitudine,
perchè siete lì pronti a condividere con me la sua crescita.
Come consuetudine bloggesca però, sarà solo il caso a premiare una di voi....
con il sistema random.org.


 Per ora ho pensato a qualcosa che potesse gratificare 
chi, come me, ama tanto la cucina,
o chiunque invece volesse cimentarsi in nuove e
rocambolesche sperimentazioni per la prima volta,
con un occhio di riguardo al look....
(se vi occorre una dritta ecco la QUI)

L'unica 'regola' è lasciare un commento quì sotto,
entro il 15 dicembre 2011,
specificando il vostro nome e se l'avete, del vostro blog*.
Giusto per partecipare,come sempre fate in fondo....
Solo se vi farà piacere potete inserire il banner nel vostro blog.
Banner giveway
Non mi rimane che ringraziarvi ancora con affetto,
sempre su questa rete,

Marika

*non ha importanza che siate o meno lettori, non vorrei mai che lo diventiate solo per partecipare all'iniziativa, ma solo perchè vi fa piacere passare a trovarmi.

Partecipano:

1) Ilaria-Pink Butterfly
3)Stefania- Nuvole di farina
5)Autilia- Pink Angel
6)Rosaspina 86
8)Patrizia
9)Hegles
10)Claudia-Prattico
11)Mariuccia- La mia casa nel vento
12)Ilenia- 100% love
13)Francesca
14)Valentina Frucchi
16)Giovanna
18)Viola- Zucchero e Viole
19)Erica 74- Domani è Domenica
22)Fossette
23)Carmen
24)Caffèlatte- memyselfandanautumnday
25)Francesca- francescadoriana
26)Micia- Parlare scrivendo
27)Diana- Apple pie, love for details
28)Laura Valzy
29)Etta- Ma Nouvelle Maison
30)Daniela- Daniela in rosa
31)Giovanna- I miei sogni country
32)L 557
33)Annalisa-Il blog di Lisanna
34)Federica- Countrykitty
35)Crocchetta- Mille idee
36) Giusy
37)Greta
38)Valentina-Vale's Corner
39)Giorgia- La Fata dell'ago
40)Miracucina- Blog Giallo Zafferano
41)Alessandra- Ago e filo e anche di più
42)Nunzia
43)Fiore-Creazioni di Fiore
44)Martina-Lamponi e Tulipani
45)Francesca- Fimmina cuciniera
46)Katia
47)Saparunda- Saparunda's Kitchen
48)Francesca
49)Lucie Q Ewen
50)Elena- Un leggero languorino
51)Laura- Matematica e Cucina
52)Sissi- Blog Candy che passione
53)Annalisa- Lisa-d
54)Anto- Iris 19
55)Maria Consilia- Caprimoments
56)Erika
57)Flavia- Tutti Chef
58)Francesca- Nel cuore dei sapori
59)Titty
60)Giulia- Ago e Filo per sognare
61)Bruskamente
62)Valentina
63)Mariellag
64)Glo- Fata azzurra
65)Paola- Cucina piccolina
66)Camy- Le Temps des Cerises
67)Marifra- Menta e Liquirizia
68)Rossella- Il Tempo delle Mele
69)Elena- Le ricette del bosco fatato
70)Elisa
71)Emanuela- Pane, Burro e Alici
72)Alessandra-Piccolo angolo Country
73)Daniela
74)Alessia- Fabulosity
75)Alex- Alex the Pink House
76)Arianna- E Guardo il mondo dal mio Blog
77)Jo- Jò in Wonderland
78)Le Petit Rabbit
79)Caty- Papaveri e Rose
80)Valori- Piccoli intrugli
81)Iva- Io e i miei dolci
82)Claudia- Pasticci e Pastrocchi
83)Mila- Nidi e nodi
84)Sara- Fantasie di Pannolenci
85)Isa
86)Come le Ciliegie
87)Benedetta- Fashion Flavors (eco-cooking whit health)
88)Rita
89)Alice- anche senza blog ;-)!
90)Claudia- I miei Hobby
91)Rosa- Rosa-kreativa 
92)Doc Cook

venerdì 2 dicembre 2011

gramigna con la salsiccia


Roba da toccare quasi il fondo...della dignità personale...
Ogni giorno mi riprometto di acquisire più padronza di me stessa e
 non cedere,ma inesorabili i miei buoni propositi 
di cenare con una tazzona di latte o riso  basmati accompagnato da due verdurine sparute al vapore,svaniscono come il fumo...Essì perchè a metà novembre mi ero ripromessa di stare a stecchetto la sera,così da poter godere di una prima colazione e un pranzo normali,senza scrupoli e rimorsi annessi...Eppure ieri mi sono ritovata(dovrei quasi dire auto-beccata) a guardare le previsioni del tempo sperando che le temperature si abbassassero di qualche grado solo per avere la scusa di metter in tavola qualche caloria in più....giustificata!
Chessò della serie 'con questo freddo ci vuole proprio una bella polentina col baccalà, un brasatino al barolo,un gulash, con due patate forse è meglio...'
Che poi a dirla tutta io se mi và cucino eccome....e stà vocina che mi dice 'guarda vecchia mia che il jeans ieri l'altro tirava un pò più del solito sul lato b'... la sento, ma moooolto in lontananza!
Così continuo a mantenere invariato il menù invernale familiare, lasciandomi placidamente addescare da ciò che hanno  nel piatto i miei compagni di tavolo,ovvero bimbi e maritino...
Ma la domenica è un'altra storia.
Non sono una che lavora sei ore per portare a tavola un concentrato di menù annuale in un sol pranzo ma,
 ma mi piace che si respiri aria di una tavola un pò speciale....
che tradotto nella lingua che parlano i miei bimbi: 
la pastasciutta ce deve stà! 
Complice un'amica (;-p) che me l'aveva ricordata solo un paio di giorni prima....
per una domenica con le carte in regola ecco quì la:

Gramigna con la salsiccia:
(per 5-6 persone)
Occorrono:
4 salammelle o salsicce normali
un misto di carota sedano cipolla tritato per soffritto (4-5 cucchiai)
un cucchiaino d'olio EVO
vino rosso secco(io Barbera)
mezzo bicchiere di passata di pomodoro o pomodori pelati
una tazzina da caffè di panna liquida fresca
parmigiano reggiano da grattare alla fine
sale e pepe qb
500 gr di gramigna all'uovo
( Dececco paglia e fieno perfetta se la trovate)

Mettere una pentola d'acqua a bollire e passate a preparare il condimento.
In una padella larga fate rsolare appena due minuti il misto di verdure con il cucchiaino d'olio e appena sono morbide aggiungete la pasta delle salsicce sbriciolata grossolanamente.lasciare rosolare due o tre minuti sfumando col vino rosso dopodichè aggiungete il pomodoro e il sale.Fate cuocere a fiamma vivace nel mentre aspettate di poter buttare la pasta.
Appena l'acqua bolle aggiustate col sale grosso gettate la pasta.
Terminata la cottura 'al dente' scolate la pasta e
 aggiungetela a sugo insieme alla panna fresca.
Saltatela in modo da legare il tutto e impiattate.
Spolveratina finale di parmigiano e pepe
 et voilà il piatto è pronto!


 Io vi suggerisco di non mancare di accompagnare 
con un  buon bicchiere di Lambrusco 'salamino di santa croce'....

Buon week end 
Marika