Pagine

venerdì 18 gennaio 2013

La prima volta che...

...ho fatto il pane con la pasta madre...

Dunque all'inizio c'era il buio,
 e la mia mente vagava nell'ignoranza più totale
 ogni volta che leggevo la sigla PM in una ricetta di lievitati.
Poi ho capito realmente di cosa si trattava,
come si trattava e persino che si poteva creare con le proprie mani,
e dalle tenebre ho iniziato a vedere un barlume di speranza, 
illudendomi che di lì a poco sarei riuscita ad ottenere risultati tangibili.
Ma non è stato così...non subito.

Cari amici e amiche, la pasta madre è un prodotto meraviglioso
che vi permette di realizzare in casa
 prodotti da forno genuini, di ottima qualità
e che possono durare giorni
 senza perdere le loro caratteristiche (se ci arrivano ;-P).
Meraviglioso perchè con semplice farina acqua
 e un cucchiaino di miele
potrete creare un micro habitat naturale
 ricco di biodiversità  in grado di 
dar forma  ad alimenti basilari nella nostra alimentazione,
come il pane, ma non solo.

Mi sono introdotta in maniera un po' teatrale perchè
come in tutte le cose, nonostante l'impegno e la costanza
 non sempre i risultati sono quelli immaginati,
e questa delusione iniziale mi ha fatto demotivare nella impresa
 per almeno due volte.
Poi grazie alla carica e le ricette sempre molto allettanti di
 Rosella (in arte Vaniglia)
 che utilizza praticamente  sempre la PM per i suoi lievitati,
mi sono intestardita nel voler riprovare,
e il risultato è nella foto qui sopra...
peccato che non possiate sentirne il profumo!

Il sito Madre comunque per curiosi, principianti o avvezzi al 'mestiere'
 di cui non potrete più fare a meno è sicuramente questo:
a cui vi rimando per qualsiasi spiegazion
perchè sono esaurientissimi e espertissimi in materia.

Proprio dal loro blog ho appreso del PMDAY,
ovvero una giornata dedicata alla panificazione con PM organizzata in varie parti d'Italia
di cui un evento sarà organizzato proprio a Bologna,
e quindi attendo ansiosamente maggiori informazioni

11 commenti:

  1. Ne sento il profumo...che meraviglia!

    Buon w.e. cara!! Bacione. Ni

    RispondiElimina
  2. E' interessantissimo il sito che ci hai consigliato della pasta madre...sono cosi tentata ma ho paura di non riuscire a mantenerla.
    E poi che bella idea quella delle persone che te la regalano con la mappa dove trovarla....
    E' una bella cosa una comunità che unisce..... studierò prima di buttarmi in questa esperienza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene!!!! Vale la pena veramente interessarsi....è poi l' investimento è low cost...ma ripaga alla grande!

      Elimina
  3. Io sono estasiata... e seppure non ci proverò proprio viste le mie abilità culinarie, ti ammiro immensamente!

    RispondiElimina
  4. Il tuo post mi ha fatto ritornare alla mente quando mia madre, da piccola, preparava il pane per tutta la settimana aggiungendo "quella cosa strana" che teneva in un barattolo nella credenza...dalle tue foto posso sentire ancora quel profumo...
    un bacio,
    Grazia

    RispondiElimina
  5. Sono molto incuriosita...io mi faccio il pane in casa ma uso il lievito di birra, ora vado a vedere il link che hai suggerito!
    Grazie!
    Franca

    RispondiElimina
  6. Che bello speravo davvero di riuscire a far nascere della curiosità !!!!! Bacioni

    RispondiElimina
  7. ...anche io panifico con la pasta madre...se non lo hai già provato cerca in internet la ricetta con la pentola bollente (pane casereccio) otterrai un prodotto identico a quello del panifico pugliese, sento già il profumo di lievito...baci ady
    Look inside my dream

    RispondiElimina
  8. Prima o poi anche io devo rimettere le mani in pasta ;)
    Brava Marika! Il pane ha un aspetto delizioso... :)

    RispondiElimina
  9. Brava Marika il pane ti è venuto proprio bene... guarda che mollica!!!
    In casa l'appassionato di PM è mio marito... ho questo barattolo perenne in frigo... tra un po' gli daro' un nome :-)
    Un bacione
    ETta

    RispondiElimina
  10. Bravissima Marika ti è venuto proprio bene!! Guarda che mollica!
    In casa l'appassionato di PM è mio marito... ho in frigo questo barattolo perenne, tra un po' gli daro' un nome!
    Un bacione
    Etta

    RispondiElimina

your kindly words: