Pagine

lunedì 11 marzo 2013

Aquerello = Risotto


Da che sono piccola casa mia è stata un porto di mare...polo di incontro di amici, i pochi parenti, 
ospiti improvvisati...metter a tavola quel che c'è,
 della serie aggiungi un posto a tavola...
e questo bagaglio me lo tiro dietro, come  un' eredità. Molti si chiedono perchè io ami complicarmi la vita pur avendo una famiglia di 5 componenti, una casa, un lavoro, ad avere gente a casa...'chi telo fa fare, non ti stancare'.... il punto non è questo, perchè in realtà non è questo che mi complica la vita,
almeno non a me.
Mi piace avere amici in casa.
Quindi tutti i nostri amici (e mio marito in primis, off course) essendone consapevoli, sanno che possiamo metter su qualcosina in quattro e quattrotto a pranzo o cena (la prima colazione non consiglio, solo nei giorni di festa, forse) un caffè al volo o un thè con tante chiacchere, e io sono più serena che mai...
Com'è capitato per un pranzo del sabato, qualche settimana fa...

Riso Acquerello 
al radicchio tardivo noci e balsamico
per 6 persone occorrono:

480-500 gr di riso Carnaroli extra 'Acquerello'
un piccolo scalogno
2 cespi di radicchio tardivo di Treviso
1,5 l di brodo di verdure bollente
una manciata di noci tritate grossolanamente
aceto tradizionale balsamico di Modena  D.o.p
una spolverata di Parmigiano Reggiano

  
Procedere nella preparazione del risotto facendo appassire in una cocotte lo scalogno tritato finemente in una noce di burro, versare il riso amalgamate e lasciate insaporire pochi minuti.Aggiungete il radicchio mondato e tagliato a coriandoli (1cm x 1cm) e mescolate delicatamente al riso.
Iniziate a versare il brodo in ebollizione, un mestolo per volta fino ad assorbimento del precedente.
 Procedete risottando fino a cottura raggiunta, non facendo mai asciugare troppo.
Infine mantecate col Parmigiano Reggiano e servite immediatamente guarnendo con un filo di Balsamico 
(se stravecchio meglio ancora)

Nota : Se siete amanti del risotto doc vi consiglio di sperimentare questa qualità di riso davvero superiore,che per le sue caratteristiche non necessita di qualità sopraffine in cucina,
ma esalta il sapore anche dell'ingrediente più umile in modo
incredibilmente gustoso.

alla prossima
Marika

6 commenti:

  1. lo proverei solo per il nome della ricetta...
    davvero interessante..
    bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me il radicchio piace moltissimo...peccato sia sempre così caro!

      Elimina
  2. Beata te che riesci ad avere gente a casa ed essere tranquilla! Io purtroppo sono l'esatto contrario: mi piace avere amici a casa, ma ogni volta è uno stress totale perchè non so mai cosa preparare e vorrei che tutto fosse perfetto!!! Dovrò provare questa tua ricetta e tenerla in serbo per le occasioni dell'ultimo minuto!!
    Un abbraccio,
    Grazia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto il segreto è avere dei trucchi nella manica;-)

      Elimina
  3. Che brava che sei!!! Sempre ricettine sfiziose :)))

    RispondiElimina
  4. Beh dai qui cadiamo nel BASIC....baci baci

    RispondiElimina

your kindly words: